Top

Baronessa Margherita de Cles

Nobili e fashion etico-vegano

Dall’India al Mediterraneo con la collezione della Baronessa Margherita de Cless

 “La Cles”

 

Maria Teresa Prestigiacomo

 

Margherita de Cles, una storia familiare datata 1082, dai camerlenghi di Massimiliano I d’Austria (ricordiamo Bernardo Clesio, cardinale, detto Bernardo II di Cles, 1485-1539) a imprenditori vitivinicoli

Oggi, lei intraprende il mondo della moda, ci racconti della sua scelta?

Mi dico sempre che, se avrò dei figli, la prima cosa che farò sarà quella di osservare le loro propensioni fin dai primi anni di età, momento in cui la personalità è autentica e non contaminata dall’esterno. Ne sono la dimostrazione.

Sono cresciuta in Trentino Alto Adige e la mia infanzia più bella mi ha visto da protagonista nel castello di famiglia, il Castello Cles, nel cuore della meravigliosa Val di Non, luogo incantato che ospita antichi manieri, alberi di melo e montagne imponenti.

Ricordo come fosse ieri, avevo sei anni e finiti i compiti, non vedevo l’ora di nascondermi nel mio rifugio segreto, per dilettarmi nel taglio e cucito.

Era diventata una vera e propria caccia al tesoro recuperare drappi di tessuto delle camicie usurate di mio padre, dai colori alle righe più sobrie, utili nella realizzazione di capi unici per le mie bambole.

Le mie muse, austere e composte, erano le mie antenate, modelle nei dipinti del grande salone da ballo, dove trascorrevo ore a contemplare le loro vesti da grande soirée.

Più crescevo più diventava una passione sempre più forte, anche se in casa parlare di moda era un tabù.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi