Top

CHARLIE HEATON E NATALIA DYER: “Siamo cresciuti insieme ai nostri personaggi”

Natalia Dyer e Charlie Heaton hanno incantato il Giffoni Film Festival 2019 nella giornata del 21 Luglio. Ad accoglierli i numerosissimi fan della serie di successo, targata Netflix, di cui i due giovanissimi attori sono tra i protagonisti. La serie ‘Stranger Things’ è ormai diventata cult per il pubblico di tutto il mondo. Red Carpet ha incontrato Charlie e Natalia durante il talk stampa.

di Anna Chiara Delle Donne

Il bel Charlie Heaton ha subito voluto raccontare i personaggi di Nancy e Jonathan così: ‘’I nostri personaggi stanno crescendo con noi, in tutti i sensi. Sono in quella fase di passaggio tra l’essere ragazzi e l’essere adulti. Stranger Things è diventata una serie di così grande successo e non so se durante il mio percorso farò altri progetti di così successo, ma credo che nel nostro ambiente un attore non debba fare questo mestiere per la fama. Quando abbiamo iniziato a girare la prima stagione non sapevamo quanto successo avrebbe riscosso, avevamo voglia di fare qualcosa di raro. Voglio fare dei progetti che abbiano passione e abbiano valore, non semplicemente successo’’. La delicata e semplice Natalia Dyer ha dichiarato: ‘’Una delle cose che più mi piace del mio personaggio è la sua crescita. Cresce a livello umano ed emotivo. La lotta con il soprannaturale svela pian piano le sue fragilità, ma la rafforza. Il mio personaggio si confronta con una società un po’ maschilista che vorrebbe schiacciarla, ma non ci riesce. C’è stato dato spazio per aggiungere il nostro contributo alla crescita dei personaggi. La nostra fortuna è stata quella di partecipare ad una serie come questa che ci ha dato non solo una grande esperienza professionale, ma anche un’esperienza di familiarità. Ci ha dato l’occasione di crescere in un certo modo, di avere delle basi solide in maniera serena’’.

I loro personaggi sono diventati un vero e proprio punto di riferimento per i giovani fan di tutto il mondo. Ma quali sono, invece, i punti di riferimento per Charlie e Natalia? Il primo a rispondere a questa domanda è Charlie: ‘’La persona a cui penso come punto di riferimento è sicuramente mio padre. Ha rappresentato per me una persona importante. Mio padre è un uomo molto attivo. Sono cresciuto in un piccolo centro e poi ci siamo trasferiti a Londra e mio padre è sempre stato fondamentale per me’’. Mentre Natalia ha affermato: ‘’I miei riferimenti sono la mia famiglia tra cui mia madre e mia sorella. Sono loro le persone che mi sono sempre accanto e che mi hanno insegnato a diventare donna nel mondo. Sono le mie figure di riferimento e, soprattutto, sono quello che mi piacerebbe diventare in futuro. Vorrei essere sempre parte di una famiglia che si sostiene’’. Serie tv di successo sono sempre più prodotte grazie anche all’intervento di piattaforme estremamente professionali e innovative come Netflix. Ma può esserci un conflitto tra Film e Serie? Charlie si espone prontamente: “Le produzioni televisive stanno dando tantissimo. È molto importante avere tanta qualità in una serie televisiva. Le serie ti permettono di poter vedere crescere i personaggi. Non credo che ci sia un contrasto tra serie tv e cinema. Non credo nemmeno che il Cinema stia morendo. È bello uscire, andare al cinema e vedere sul grande schermo un film, così come è bello restare a casa e guardare una serie sul divano. Non necessariamente i due mondi devono essere in guerra’’. Da giovane artista e attrice cosa si augura Natalia per il futuro cinematografico e televisivo? Natalia risponde: ‘’Mi piacerebbe che ci fossero più registe, più storie di donne per le donne, scritte e dirette dalle donne. Vorrei che si andasse più affondo nelle storie. Se c’è un potere che il cinema e la tv hanno è quello di affrontare determinati temi della nostra società e di aprire finalmente delle discussioni. Dalle discussioni possono nascere delle strade per delle soluzioni’’.

Ai due attori viene chiesto come si svilupperanno i due personaggi all’interno della storia. Charlie e Natalia spiegano: “Nancy e Jonathan sono cresciuti sia insieme che individualmente. I nostri personaggi sono partiti da una situazione iniziale di totale diversità e si sono trovati insieme con la necessità di combattere. Il bisogno di combattere insieme, anche per superari i loro personali traumi li ha uniti moltissimi. Nella terza stagione, subentrano le paure personali e le domande della vita che ognuno di noi ha dentro di sé: Cosa voglio dalla mia vita? Cosa farò? Dopo la scuola cosa succederà? Queste sono le sfide che i nostri personaggi stanno affrontando. Speriamo che Nancy e Jonathan abbiano lo spazio di continuare a seguire il proprio percorso, sia insieme che individualmente’’.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi