Top

ALTA CLASSE

Cari lettori, con questa rubrica vi accompagnerò sul Red Carpet del mondo più esclusivo, tra dimore storiche, castelli, moda, personaggi, cinema, prodotti e luoghi esclusivi.

di Francesca Lovatelli Caetani

Luxury Consultant e Giornalista

 

Il più bel film: la Puglia

La Puglia, con le sue architetture e le sue opere d’arte, è senza dubbio la regione italiana più utilizzata come location e set per produzioni cinematografiche e televisive.

Proprio questa sua vocazione ha contribuito a fare conoscere le sue bellezze in ambito internazionale rappresentando la più importante formula di promozione territoriale.

Questa situazione non è sfuggita ai proprietari delle dimore storiche che si sono ritrovati a gestire e soddisfare una crescente domanda per l’utilizzo delle stesse.

Quasi tutti loro aderiscono ad Assocastelli che è l’associazione nazionale che riunisce i gestori e proprietari di dimore e residenze d’epoca e storiche (castelli, masserie, palazzi, tenute e ville).

L’associazione, tra le sue attività, ha inserito anche quella di fornire location a numerose produzioni cinematografiche e televisive.

Tutto questo patrimonio, che deve essere utilizzato per questi fini, necessita anche di essere adeguatamente conservato. Ed è per questo che Assocastelli è attiva nel settore della conservazione e del restauro ed è presente in Puglia attraverso la società Aerrekappa di Lecce dell’architetto Cristina Caiulo.

A guidare questa importante iniziativa c’è il barone Ivan Drogo Inglese, presidente di Assocastelli, che, pur essendo molto legato alla Puglia, è però un “gattopardo siciliano”.

Drogo Inglese è stato recentemente indicato dall’autorevole magazine internazionale Forbes, in un articolo firmato dalla vostra Francesca Lovatelli, come uno dei cinque cavalieri del patrimonio italiano (in compagnia del presidente di Unesco Franco Bernabè e del presidente del FAI Andrea Carandini).

Nell’offerta di Assocastelli figurano la Casina che fu dei baroni Lubelli Prasca, ora di proprietà di Toti Petrachi, il Castello di San Vito dei Normanni, di proprietà dei principi Giuliano e Fabrizia Dentice di Frasso, il Castello De Viti De Marco di Casamassella, dell’architetto Gabriella De Donno, la Masseria Pagani dell’ingegner Gabriele Conversano, la Masseria Tagliente dell’avvocato Carlo Fumarola, il Palazzo Ducale di Alessano di Stefania Ingrosso Sangiuliano e Ornella Mariani Sangiuliano, Palazzo Morelli di Lecce, la Tenuta Belvedere di Benedetto Tondi Della Mura, Villa Ciardi di Rosa Pierro.

Sono tutte le famiglie più illustri della regione che promuovono questa grande terra!

Il programma dell’iniziativa prevede anche la loro presenza nell’ambito della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia. La nota kermesse del cinema fu inventata dal conte Giuseppe Volpi di Misurata.

Drogo Inglese confida a Red Carpet che è particolarmente interessato all’iniziativa. In particolare quella di essere presente alla Mostra del Cinema di Venezia che “virtualmente” consente di riavvicinare il cognome della sua famiglia (il ramo Drogo) a quello dei Volpi. Avvicinamento che aveva avuto origine negli anni ‘60 in tutt’altro settore, quello automobilistico, quando la Sports Cars di Modena (di proprietà Drogo), costruiva autovetture da competizione per la Scuderia Serenissima (di proprietà del conte Volpi di Misurata).

Non bisogna dimenticarsi che la Puglia ha dato i natali ad uno dei primi divi del cinema, Rodolfo Valentino che era nato a Castellaneta vicino Taranto e diventò attore agli inizi del ‘900 e fu interprete di pellicole, come La Signora delle Camelie e Il Figlio dello Sceicco.

L’attività cinematografica in Puglia passa per la Apulia Film Commission, fondazione partecipata dalla Regione Puglia e da alcuni comuni pugliesi ed è certamente la più attiva d’Italia. È guidata dal presidente Simonetta Dellomonaco e dal direttore Antonio Parente e, ovviamente, ha sostenuto da subito l’iniziativa di Assocastelli.

Sono decine e decine i film e gli spot girati in Puglia.

Tra i più noti e recenti, figura Mine Vaganti diretto da Ferzan Ozpetek e prodotto dalla Fandango che, nel 2010, fece conoscere la Puglia e il Salento in tutto il mondo. Poco dopo Latin Lover diretto da Cristina Comencini e prodotto dalla Lumiere, che vedeva come protagonista Valeria Bruni Tedeschi, sorella della premiere dame di Francia.

Se il lago di Como ha visto come formidabile testimonial internazionale George Clooney, proprietario di Villa Oleandra a Laglio, la Puglia può senza dubbio beneficiare della presenza dell’attrice premio Oscar Helen Mirrenche, che con il marito Tylor Hackford, ha acquistato e ristrutturato la bellissima masseria a Matine di Triggiano.

La Regione Puglia ha assicurato il pieno appoggio all’iniziativa grazie ad una dinamica assessore al turismo Loredana Capone.

Insomma, prossimamente sugli schermi la Puglia sarà ancora protagonista.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi