Top

LA PORTA ROSSA

La Porta Rossa torna in tv e riconquista tre milioni di telespettatori. La serie vede come protagonisti gli attori Lino Guanciale e Gabriella Pession. La regia attenta e minuziosa è quella di Carmine Elia mentre la storia è ideata con eleganza e innovazione da Carlo Lucarelli e Giampiero Rigosi.
‘’La fine non esiste’’ afferma il commissario Leonardo Cagliostro (Lino Guanciale) ed è proprio così. La Porta Rossa racconta la morte come un’occasione di cambiamento e di riflessione. Ogni personaggio di questa storia combatte con le proprie scelte, con le occasioni mancate, i conti sospesi, gli sbagli commessi. Il temo per i protagonisti di questa storia è qualcosa con cui fare i conti per riuscire ad andare avanti.
Red Carpet Magazine ha incontrato, durante la conferenza stampa, i protagonisti della serie che ci hanno raccontato l’evoluzione dei loro personaggi.

di Anna Chiara Delle Donne

Lino Guanciale ha affermato: “Il mio personaggio ha voglia di capire cosa si nasconde dietro quello che ancora non ha compreso. La Porta Rossa mette in evidenza, in modo molto forte emotivamente parlando, il legame tra chi resta e chi non c’è più. Cagliostro dimostra continuamente la profondità dei legami di questo tipo. Questa storia parla di qualcosa che succede a tutti quanti noi, nella nostra vita. Chi va via lascia una scia lunga e profonda in chi rimane. Credo molto in tutto ciò e la concretezza con cui affrontiamo questi legami è qualcosa che mi è molto piaciuto interpretare”.

L’attrice Cecilia Dazzi, che nella serie interpreta Eleonora, ha descritto il suo personaggio così: “Eleonora è completamente un altro personaggio in questa nuova stagione. Non è più una donna che vive di insicurezze, tristezze e debolezze. Ha una grande voglia di riconquistare sua figlia Vanessa. Vuole ricominciare a vivere per quanto una persona così marchiata dal passato possa vivere. Troverà delle difficoltà ma ha una grande vitalità. Nella vita di Eleonora e Vanessa arriverà un nuovo personaggio che voglio definire abbastanza ‘diabolico’. Insieme a Carmine Elia abbiamo voluto cambiare molto il mio personaggio ed è stata una bella sfida, per me. La Porta Rossa è una serie tv sorprendente e non è rassicurante. Tutte le persone che hanno lavorato a questa serie hanno dato l’anima, il sangue e il midollo”.

Carmine Recano, nuovo personaggio della seconda stagione, ci ha raccontato: “Il mio personaggio vede i fantasmi ed entrerà in contatto con Vanessa, con la quale instaura un ottimo rapporto. Sono stato accolto molto bene sul set dai colleghi e dal regista. Per me, La Porta Rossa è una serie interessante, molto misteriosa”.

Una delle new entry del cast è la giovane attrice Benedetta Cimatti che ha dichiarato: “Il mio personaggio ha quindici anni mentre io ne ho trenta. Sono dovuta andare indietro nel tempo per poter cogliere gli atteggiamenti di una ragazza arrabbiata con il mondo e con suo padre. Spero che il mio personaggio faccia riflettere su quanto sia importante il dialogo. Il dialogo ti porta a superare molte cose. Se si parla e si cerca di dialogare insieme, una soluzione si trova sempre”.

Pierpaolo Spollon ritorna nei panni di Filip ed entusiasmato ha descritto così il suo ruolo: “Il mio personaggio ha una crescita notevole. Filip capisce che è ora di cambiare e si deve assumere delle responsabilità da adulo. Gli consiglierei di lasciar correre le cose se fossi un suo amico. Ma Filip affronta tutto di petto e dobbiamo capire se ce la farò o meno a risolvere ogni cosa”.

Credits: Ufficio Stampa Rai/Gabriele Crozzoli

Clicca qui per la video intervista a Lino Guanciale e gli altri attori del cast.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi