Top
Villa-Gray-redcarpetmagazine

L’AUDACIA DELLA VERSILIA NICOLA GRONCHI ED IL PARCO DI VILLA GREY

La Versilia si fregia di una nuova tavola d’autore: il Parco di Villa Grey e del suo chef già stella Michelin, Nicola Gronchi.

 

di Stefania Buscaglia

 

Pier Paolo Pasolini amava raccontare gli scenari naturali della Versilia come “folli”, sia per la connotazione morfologica che per le sfumature che ne caratterizzano la geografia del tratto montuoso a ridosso della sua costa. Una “follia” fisica che, vi è da chiedersi, si sia mai riversata sulla storia di questa zona della Toscana nord-occidentale dalla forte vocazione turistica che porta in sé le immagini leggendarie di un’Italia scanzonata ormai mitica, quella versiliana, e a noi tutti cara per le sue atmosfere vagamente nostalgiche e rarefatte.
Una vocazione turistica che trova nella cucina e nella ristorazione uno degli elementi centrali attraverso cui conquistare e far innamorare il turista: non è casuale che nel corso degli anni siano andati a moltiplicarsi gli indirizzi di cucina raffinata e d’autore della zona che portano a quota “sei” i ristoranti Stella Michelin della Versilia.
Un numero di tutto rispetto che, ciò nonostante, sembra non frenare o accontentare i protagonisti dell’Alta Cucina locale, in continuo fermento gastronomico e progettuale.

gray-piatto-redcarpet

L’esempio più tangibile e attuale è riconducibile a Nicola Gronchi, giovane chef carrarino che a seguito di numerose esperienze (tra cui vale la pena annoverare quella a fianco di Iside De Cesare alla Parolina, la successiva al Pilone ad Alba e allo stellato Bistrot di Forte dei Marmi) sceglie di sposare un nuovo progetto sorto grazie all’iniziativa della famiglia Larini che, già gestrice del Boutique Hotel 4 Stelle Villa Grey di Forte dei Marmi (famoso anche per la splendida spiaggia di proprietà) sceglie di completare la proposta legata all’ospitalità di eccellenza inserendo all’interno della struttura un ristorante gourmet capace di arricchire l’offerta del luogo, distinguendosi attraverso una cucina di lusso, ma al contempo sincera e diretta, capace di valorizzare al meglio le eccellenze del territorio.

gray-spaghetto-redcarpet

Un progetto che si sviluppa intorno alla personalità e alla professionalità di Gronchi, chef capace di raggiungere i massimi risultati in piatti in cui l’audacia e il desiderio di confrontarsi con materie non sempre facili o convenzionali vengono messi al centro del disegno gastronomico.
Un disegno in cui leggerezza e gusto vivono in una gradevole armonia che si esprime in piatti che meriterebbero il viaggio come il Risotto alla rapa con rafano, ricci di mare e sgombro marinato, un primo che non accetta compromessi e rompe sin da subito gli indugi, mostrando un approccio alla cucina identitario e sensualmente aggressivo: un carnaroli dalla mantecata perfetta e dall’equilibrio esemplare di ogni singolo ingrediente. Un piatto avvolgente, cremoso ed emozionante che basterebbe a costruire l’identikit di uno chef che vogliamo fotografare così.
Stessa audacia per la Triglia di scoglio che, abbandonata la classica comfort-zone tipica delle sue preparazioni, si lascia accompagnare da maruzzelle (o lumachine di mare), salsa al curry, fagioli stortini e foglie di acetosa). Il risultato? Una “bomba di piacere” in cui sorpresa e appagamento si concentrano in un’unica emozione capace di appagare i cinque sensi.
Una cucina che privilegia la prossimità e in cui il Mar Tirreno diviene protagonista fondamentale, esattamente come l’entroterra toscano da cui provengono tanto i prodotti, quanto alcune delle importanti ispirazioni.

gray-red-carpet

Un ristorante inserito in un ambiente di grande suggestione: un giardino (o un Parco, per l’appunto!) dalle atmosfere coloniali in cui la ricca vegetazione abbraccia i pochi tavoli posizionati nello splendido dehors arricchito dal calore di legno e tessuti. La stessa natura accogliente e raffinata degli ambienti interni ed esterni dell’Hotel Villa Grey che, arricchendo la propria proposta con la cucina “stellare” dello Chef Nicola Gronchi, dona nuovo lustro a Forte dei Marmi e a tutto il litorale versiliano.

 

Photo credits © Lucio Elio

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi