Top

LE MERAVIGLIE DELL’ARCHIVIO GUCCI di ALESSANDRO MICHELE

Prendi Firenze, prendi un giardino Rinascimentale, prendi Gucci. Il risultato non potrà che essere sorprendente. A raccontarcelo è Maria Luisa Frisa, curatrice del progetto

Umberto Garibaldi

 

Come definisci uno spazio che contiene al suo interno capi d’archivio, memorabilia, oggetti unici e opere d’arte? Museo? Concept Store?

Semplicemente Gucci Garden. Questa l’ultima fatica creativa in ordine cronologico di Alessandro Michele, che all’interno del palazzo storico fiorentino – situato a due passi dalla Galleria degli Uffizi – ha voluto ricreare il percorso della maison, tra grandi glorie del passato e un promettente futuro ancora tutto da scrivere. Giardino insomma, ma anche grotta dei tesori 2.0, come ci spiega Alessandro Michele stesso: “Il giardino è reale, ma appartiene soprattutto alla sfera dell’immaginario, popolato com’è di piante e animali; come il serpente, che si insinua dappertutto e che, in un certo senso, simbolizza un perpetuo inizio e un perpetuo ritorno.”

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi