Top
Red-Carpet-firenze1

L’inverno a Firenze che scalda la mente

Non importa la temperatura né cosa dice il meteo, il capoluogo toscano merita sempre una visita, ma forse in inverno acquista del fascino in più. Ecco alcuni consigli su dove andare e cosa vedere nella città fiorentina quando arriva la stagione più fredda

 

di Lucia Mancini

 

Alcune mete italiane si sono guadagnate la loro fama tra i turisti di tutto il mondo grazie alla loro indiscutibile bellezza e al loro fascino storico: Roma, Venezia, Napoli, Perugia, solo per citarne alcune, sono città che richiamano una gran massa di visitatori a ogni stagione. Lo stesso dicasi per una destinazione come Firenze. Il capoluogo toscano è da sempre una delle destinazioni italiane preferite dai nostri connazionali, ma anche da chi viene da fuori.
Non sempre questo ha un risvolto positivo. Se pensiamo alle piazze e alle vie affollate, ai locali pieni di gente e alle file chilometriche fuori dai musei più importanti, ci accorgiamo come a volte visitare la città fiorentina possa risultare difficoltoso. Una soluzione in realtà ci sarebbe: gustarsi Firenze nel periodo invernale.
Red-Carpet-firenze2

L’inverno, infatti, non scalfisce la bellezza di questo luogo meraviglioso, né diminuisce il piacere che si può trarre dall’ammirare le sue piazze e i suoi edifici: il Duomo con la cupola del Brunelleschi e il campanile di Giotto, la Chiesa di Santa Maria Novella, Piazza della Signoria con Palazzo Vecchio, la Basilica di Santa Croce, il Giardino di Boboli e Ponte Vecchio, giusto per nominarne qualcuno, non perdono di certo valore solo per le temperature più rigide e la tramontana che sferza le gambe. La luce invernale contribuisce ad arricchirne il fascino rinascimentale.
L’inverno, infatti, periodo di bassa stagione turistica, permette di godere con più tranquillità di una città come Firenze; i visitatori sono sempre presenti, certo, ma non nelle quantità che rendono le giornate primaverili ed estive quasi invivibili. Addirittura, la mattina presto sembrerà quasi di essere da soli a gironzolare per le piazze e le vie.
Se doveste avere la fortuna di visitare Firenze nel periodo invernale, non potete non approfittare della poca gente che affollerà i suoi musei. Entrare agli Uffizi sarà questione di pochi minuti e poter ammirare la Venere di Botticelli, l’Annunciazione di Leonardo da Vinci, il Tondo Doni di Michelangelo o il Bacco di Caravaggio in tranqillità, non ha prezzo. Lo stesso vale per le sculture di Donatello al Museo del Bargello.

Ma Firenze è piena di luoghi che possono offrire giornate all’insegna della cultura e, allo stesso tempo, essere un rifugio dove trascorrere le ore invernali più fredde. In pochi conoscono il fascino del Museo Horne che, pur essendo situato nel cuore del centro storico all’interno della dimora rinascimentale di Palazzo Corsi, resta uno dei luoghi segreti della città. La sua collezione conta oltre 6 mila opere del Medioevo e del Rinascimento, raccolte dall’eclettico e coltissimo storico dell’arte Herbert Percy Horne, con opere di Giotto, Masaccio, Filippino Lippi e del Giambologna.

Se siete amanti della buona tavola potrete gustare piatti tipici della tradizione toscana. Lo street food ha raggiunto dei livelli di qualità altissimi. Potrete passeggiare per il Mercato di San Lorenzo; tra una bancarella e l’altra, nella parte esterna, potrete ammirare ceramiche, abiti, oggetti di cartoleria, souvenir e svariati articoli in pelle.

Red-Carpet-firenze3

Passaggio obbligato anche al Mercato Centrale: due piani interamente dedicati al cibo; con macellai, pescivendoli, bancarelle di frutta e verdura e piccoli negozietti, o laboratori, che vendono specialità locali, dandovi la possibilità di sedervi e gustarle sul momento. Altra tappa per gli appassionati di cibo fiorentino è l’Antico Vinaio, a due passi da Piazza della Signoria, gestita dalla famiglia Mazzanti sin dagli Anni ’90. Questa realtà, ora presente in tre differenti versioni (take away, street food da seduti e osteria), è nota soprattutto per le sue schiacciate ripiene e per la passione con cui da sempre offre ai suoi clienti il meglio della tradizione fiorentina.

E se dopo tutto questo mangiare avete bisogno di qualcosa che vi aiuti a digerire meglio, perché non fare un salto presso l’Officina Profumo-Farmaceutica di Santa Maria Novella? Una vera chicca fiorentina, uno dei negozi più antichi e longevi al mondo (4 secoli di attività) in una bottega/museo dove ammirare decorazioni e arredi di varie epoche e comprare articoli di cosmetica, profumi, antiche preparazioni e prodotti di erboristeria.

Insomma, che sia d’estate o d’inverno, Firenze è una meta che vale sempre il viaggio.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi