Top

MITO E MAGIA DEL VERO ORIENT EXPRESS

Qualcuno lo chiamò il “Grand Hotel su ruote”, altri lo definirono “l’Espresso delle spie”, indipendentemente da questo l’Orient Express fu il treno più famoso e romantico di tutti i tempi.

Umberto Garibaldi

 

Quello che per generazioni ha ispirato il cinema, i fumetti, la letteratura e perfino il genio creativo di Agatha Christie: l’Orient Express! La sua storia si intreccia con quasi un secolo di storia politica europea, da quando, il 4 ottobre 1883, l’Orient Express parte per il suo primo viaggio da Parigi verso Istanbul, a quando, il 19 maggio 1977, compie quel percorso per l’ultima volta.

Nato da un’idea dell’imprenditore belga Georges Nagelmackers (figlio di banchieri e fondatore della Compagnie Internationale des Wagons-List) dopo aver fatto un viaggio negli Stati Uniti e aver visto i treni di George Mortimer Pullman, l’Orient Express visse il suo periodo d’oro negli anni ‘30.

Il “Grand Hotel su rotaie” era un treno di lusso perfettamente riscaldato, che permise di salire a Parigi e raggiungere Costantinopoli (l’odierna Istanbul) in 77 ore di viaggio. Inizialmente l’Orient Express era composto da due vagoni di servizio (bagagli e cabine del personale), due carrozze letto che potevano ospitare fino a 40 passeggeri e una carrozza ristorante con uno chef di prim’ordine che variava il menù a seconda dei paesi attraversati. 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi