Top

PINO COLETTA – «Il pittore che cattura le energie del tempo e della memoria»

di Maria Teresa Prestigiacomo

Nel 2019 ottiene il Grand Prix Saint Germain de Prés a Parigi presso il Centro d’Arti e Lettere della nota Casa Editrice L’Harmattan, madrina dell’evento l’avvocato Sherazade Zeroula. Le sue opere conservano le energie del tempo e la memoria; memorie di angeli, degli angeli della sua casa: sua madre e le persone care che si sono trasformate in energia pura e che Coletta avverte e ci presenta; energie che che si posano sulle sue spalle leggere, sottoforma di farfalle etere. Il pittore dell’e-nergia è tanto sensibile che la sua mano, in pittura, sembra una mano femminile tanto dolce da mostrare un Universo, un Paradiso, di sogni, di cui tutti vorremmo fare parte. La produzione d’arte di Pino Coletta è stata presentata con successo nel 2018 al PalaCultura di Messina, Museo d’Arte Moderna Antonello da Messina ed evidenzia, con una tecnica speciale, un lavoro di velature, con sovrapposizioni ed asciugature di materia. La pittura del maestro approda, in grande stile, a Parigi. Comunica agli amici francesi e non solo, i suoi desideri d’artista: una pittura spirituale, profonda. Si traduce in poesia il suo racconto sulla tela, una narrazione dal sapore sempre magico, arcano ed accattivante che si traduce in immagini forti ed intense, vibranti emozioni di quel viaggio nella memoria che è il tempo ritrovato attraverso i sogni dell’infanzia e dell’adolescenza.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi