Top

SIMONE RICCIONI – «La mia seconda volta»

Si possono ricucire le cicatrici profonde che la vita ci procura? L’antica arte giapponese del Kintsugi ci insegna che le crepe si possono riparare con l’oro, ricostruendo quello che si è rotto senza nascondere le cicatrici, ma anzi mettendole in evidenza. I nostri dolori raccontano la nostra storia, come abbiamo scelto di rialzarsi per tornare a vivere.

Simone Riccioni, attore e produttore, ci racconta il film ‘La mia seconda volta’.

di Anna Chiara Delle Donne

Benvenuto, Simone.  Come descriveresti il tuo personaggio?

Davide ha una grande voglia di sognare e di arrivare ad essere felice in questa vita abbastanza frenetica.  La perdita della mamma e le vicende che gli capitano lo fanno essere un ragazzo un po’ sfiduciato. Davide inizialmente sembra succube delle circostanze. L’incontro con Vee lo porta a tirar fuori il suo carattere.

Cosa pensi di aver dato di te a Davide?

Credo di avergli dato la speranza e la voglia di non mollare mai. Ho prodotto ‘La mia seconda volta’, ho trent’anni e credo che in questo ambiente sia difficile fare l’attore e il produttore. La grinta che ho nella mia vita personale ho voluto darla al mio personaggio.

C’è mai stato un momento in cui ti sei trovato ad affrontare una specie di seconda volta nella tua vita?

Ero un ragazzo abbastanza scapestrato, una specie di bomba atomica. Giocavo a basket, in serie A. Poi ho scoperto di avere tre ernie del disco, avevo le gambe paralizzate. Sono stato fermo sulla sedia a rotelle.  Ho dovuto smettere di giocare e tutto ciò mi ha portato a scoprire di avere tra le mani una seconda occasione che mi ha permesso di scegliere di fare cose che mi rendono ugualmente felice.

Nel film viene spiegata la tecnica giapponese del Kintsugi. Ci racconti di cosa significa per te questo metodo?

Ho voluto fortemente raccontare di questa tecnica nel nostro film. Nel mondo di oggi, se si rompe qualcosa la prendiamo e la buttiamo via. Invece, sono dell’idea che attraverso i nostri errori e le disgrazie che ci capitano, possiamo diventare più forti di prima. La tecnica del Kintsugi ti permette di riparare ogni crepa con l’oro. Facciamo riparare le nostre ferite con l’oro. Facciamo in modo che le nostre cicatrici diventino qualcosa che possa portare un di più alla nostra vita.

In cosa ti vedremo prossimamente?

Voglio produrre un musical e altri due film. Tra poco uscirà un film ‘La voce del lupo’ in cui recito accanto a Christopher Lambert.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi