Top

TEATRO DEGLI ARCIMBOLDI ” LE MILLE E UNA NOTTE DI SHÉHÉRAZADE” PRODUZIONE DELLA COMPAGNIA “BALLETTO DI MILANO” – 9 MAGGIO 2019 ORE 21:00

Sono le notti arabe che, con le loro atmosfere e sonorità vibranti, hanno ispirato Federico Mella e Alessandro Torrielli per il balletto Le mille e una notte di Shéhérazade. “Shaharazad” significa “figlia della città” e questa appartenenza è stata lo spunto dei due giovani coreografi per la creazione di una produzione che ha tutte le tutte le caratteristiche del grande balletto classico. La coreografia estrosa, in cui tutti i danzatori sono impegnati in difficili virtuosismi, è incorniciata dal prezioso allestimento creato da Marco Pesta con tessuti orientali originali, cosi come i tanti e ricchi costumi realizzati dalla sartoria Evelegance (Marocco). Senza dimenticare l’elemento magico della fiaba, qui fatto di odalische, sceicchi, ladri e bottegai, che ancora oggi conquista un po’ tutti. Si è condotti immediatamente in un mondo esotico in cui alla vivacità delle vie e mercati della Medina caratterizzata da profumi e colori solari del primo atto, si contrappone l’intima e più fredda atmosfera dell’interno del palazzo dove la magnetica Shéhérazade tiene desta la curiosità del sovrano con i suoi racconti straordinari, ora incatenati l’uno all’altro come anelli di una collana, ora rinchiusi l’uno nell’altro come scatole cinesi. Il Sovrano pian piano dimenticherà il suo antico odio per le donne e Shéhérazade avrà salvato se stessa e ben più di mille e una fanciulla. Così il palcoscenico torna ad animarsi e colorarsi con i personaggi di alcune delle novelle più celebri de “Le mille e una notte”: da Aladino, Jasmine e l’immancabile Genio, qui in compagnia, ad Alì Babà, all’Uomo ricco, Margiana e tanti altri, tutti  impeccabilmente interpretati dai bravissimi danzatori dell’ensamble milanese. Con la sua straordinaria bellezza e carisma nonché linee ineguagliabili Angelica Gismondo è perfetta nel ruolo della bella e intelligente Shéhérazade. Giulia Cella è la sorella che con lei attua il piano per placare le ire del Sultano, l’autorevole Alessandro Orlando, mentre gli stessi Mella e Torrielli sono rispettivamente Aladino e Alì Babà. Completano l’eccellente cast Arianna Capodicasa, Irene Criscino, Marta Orsi, Giordana Roberto, Giulia Simontacchi, Mirko Casilli, Federico Micello, Silvio Morelli e Germano Trovato.

Tutto il balletto è abilmente narrato sulle note sublimi della celebre suite di Nicolai Rimsky Korsakov, impreziosita da brani tratti dall’ampio catalogo di un altro grande compositore russo: Aram Khachaturian.

 

Trailer: https://vimeo.com/252137216 

 

 

Le mille e una notte di Shéhérazade

balletto in due atti su musiche N. Rimsky Korsakov e A. Khachaturian

coreografia di Federico Mella e Alessandro Torrielli

scenografia di Marco Pesta

costumi Evelegance (Rabat)

 

Teatro degli Arcimboldi – 9 maggio 2019 –  ore 21.00

 

informazioni e prevendita

Teatro Arcimboldi  – Viale dell’Innovazione 20 – 20126 Milano

Biglietteria: + (39) 02.64.11.42.212

Centralino: (39) 02.64.11.42.200

 

Informazioni e prenotazioni, ufficio gruppi e scuole di danza

Tel. 347 – 877.93.84 – biglietteria@ballettodimilano.com

 

Ticketonline: www.ticketone.it

 

IL BALLETTO DI MILANO

 

NOTE SULLA COMPAGNIA Il Balletto di Milano, diretto da 1998 da Carlo Pesta, riconosciuto e sostenuto da MIBACT (Ministero per le attività culturali), titolare di “Riconoscimento di rilevanza regionale – REGIONE LOMBARDIA”, sostenuto e patrocinato dal COMUNE DI MILANO, è una delle compagnie di danza di maggior prestigio in Italia.

La linea artistica ha portato la Compagnia ad essere presente per la totalità degli spettacoli nei maggiori teatri italiani ed esteri, fondazioni liriche e festival dove ottiene sempre successi di pubblico e critica unanimi. Compagnia versatile, il cui stile è apprezzato da un pubblico eterogeneo, vanta un ampio repertorio che spazia da grandi classici di repertorio e classici della letteratura rivisitati in un’armoniosa mescolanza di stili a produzioni contemporanee che sottolineano l’alto livello che la contraddistingue. Tutti i danzatori infatti provengono dalle migliori scuole e accademie internazionali e sono concretamente valorizzati dalle numerose opportunità.

Nella sua storia spiccano grandi e numerosissimi artisti e attualmente collaborano con il Balletto di Milano nomi della coreografia internazionale come Giorgio Madia e Teet Kask, nonché nuovi autori nati in seno alla Compagnia.

Ѐ tra le compagnie italiane molto attive anche all’estero (Francia, Spagna, Regno Unito, Svizzera, Estonia, Lettonia, Finlandia, Russia, Marocco ecc.) dove è presente nei cartelloni di teatri ed istituzioni di primo piano. Prima compagnia italiana ad esibirsi al Teatro Bolshoi di Mosca (1999), nel 2011, anno della cultura italiana in Russia, è stata invitata dal Ministero della Cultura Russo a Mosca per la stagione di danza del Teatro della Gioventù – RAMT. Nel triennio 2015/17, oltre all’intensa attività nei maggiori teatri italiani, ha collaborato a prestigiosi eventi internazionali (tra cui Saaremaa Opera Festival – Estonia 2015) e ricevuto ambìti premi e riconoscimenti.

Nel luglio 2017 il Balletto di Milano, su invito dell’Ambasciata Italiana, dell’ICC in Marocco e in rappresentanza dell’Italia, ha inaugurato il Festival FITUC di Casablanca dove l’Italia è stata ospite d’onore dell’anno. Nell’ottobre 2017 la Compagnia ha ricevuto il “Premio Speciale Eccellenza Box Office”, Oscar della Danza.  Nell’ambito della rete di collaborazioni e partnership internazionali, nel dicembre 2017 la Compagnia ha rappresentato proprio Schiaccianoci (13 recite) al Teatro dell’Opera di Kristiansand (Norvegia) con la partecipazione dell’Orchestra e dei bambini della Scuola del Teatro norvegese. Nel 2018 lo spettacolo Anna Karenina, sotto l’egida delle Ambasciate Italiane in Estonia e Finlandia, è stato rappresentato a Tallinn – dove ha fatto parte degli eventi per i festeggiamenti dei 100 anni della Repubblica – e a Helsinki.

Tra gli impegni internazionali del 2019 due importanti tournée in Russia, il ritorno in Francia, Estonia e Finlandia, mentre nel 2020 la Compagnia è attesa in Danimarca e Norvegia.

Il Balletto di Milano inoltre vanta un notevole repertorio in ambito lirico grazie alle collaborazioni per i balletti nelle opere prodotte da importanti festival internazionali e teatri.

 

Chi sono i protagonisti della serata

 

FEDERICO MELLA Coreografo e primo ballerino

Nato a Bergamo nel 1993, fresco di studi con grandi insegnanti del panorama internazionale della danza, a soli 17 anni entra a fra parte del Balletto di Milano come stagista. Dal 2012 è nell’organico stabile della compagnia dove, dopo aver ricoperto importanti ruoli solistici, nel 2013 è stato scelto per debuttare come primo ballerino in Romeo e Giulietta di Giorgio Madia. Successivamente è protagonista di Schiaccianoci, Carmen, Romeo e Giulietta e Cenerentola danzando ruoli di solista e primo ballerino anche in tutte le altre produzioni. Nel 2014 con Giulia Paris ha fatto parte del cast del Gran Galà del Balletto Imperiale a Chiasso, accanto a étoiles internazionali. Anche in rappresentanza della Compagnia, partecipa in qualità di primo ballerino guest ad eventi e spettacoli di prestigio tra cui, nel 2016, il Grande Spettacolo dell’Acqua a Monteverde (AV) con regia di Carmen Vella e il Galà internazionale di Batumi (Georgia). Insieme ad Alessandro Torrielli, nel 2017 gli è stata affidata la coreografia della nuova produzione Shéhérazade, balletto che in luglio ha inaugurato il prestigioso Festival Internazionale “Fituc” di Casablanca (Marocco). Nella stagione 2017/18 è scelto per interpretare il ruolo di Siegfried nel nuovo Lago dei Cigni firmato dal coreografo estone Teet Kask.

 

ALESSANDRO TORRIELLI Coreografo e primo ballerino

Nato nel 1992, si è diplomato alla Scuola di Ballo del Teatro alla Scala nel 2011. Ha iniziato la carriera professionale partecipando ai vari spettacoli del Teatro alla Scala e successivamente ha lavorato presso il Balletto di Siena diretto da Marco Batti, Balletto del Sud diretto da Fredy Franzutti e European Ballet di Londra come solista. Dal 2013 fa parte dell’organico del Balletto di Milano ricoprendo da subito ruoli da solista come Mercuzio in Romeo e Giulietta, La Sorellastra in Cenerentola e, nella nuova produzione di Lago dei Cigni, Benno. In qualità di primo ballerino ricopre il ruolo principale in Bolero, Alfredo ne La Traviata, Vronskij in Anna Karenina, Gesù ne La Passione. Ha partecipato nel 2016 al Grande Spettacolo dell’Acqua a Monteverde (AV) con la regia di Carmen Vella e al Galà internazionale di Batumi (Georgia) ed è spesso invitato come guest per partecipare a spettacoli ed eventi di rilievo. Insieme ad Federico Mella, nel 2017 gli è stata affidata la coreografia della nuova produzione Shéhérazade, balletto che in luglio ha inaugurato il prestigioso Festival Internazionale “Fituc” di Casablanca (Marocco).

 

ANGELICA GISMONDO Shéhérazade

Nata nel 1992, dopo gli studi iniziali all’Opera di Roma nel 2006 è entrata all’Academie de danse Princesse Grace di Monaco, Montecarlo dove si è diplomata nel 2009. Ha proseguito il  perfezionamento professionale dell’Ecole Supérieure de danse di Cannes Rosella Hightower dove si è diplomata nel 2012 e dove ha partecipato agli spettacoli del Cannes Jeune Ballet. Tra i tanti: La chataigne par les cendres (Bruno Roque), Les Nouvelles Mithologies e Les Ailes (Frederic Flamand), Trois D e Quand les mots prennent vie (Antonino Ceresia), Fantasie (Eliezier Dibritto). Dal 2013 fa parte del Balletto di Milano dove ricopre importanti ruoli solistici e di primo piano tra cui Boléro e Carmen cui si aggiunge nel 2017 Shéhérazade.

 

ALESSANDRO ORLANDO  Il Sultano

Classe 1986, si è diplomato nel 2009 presso l’Accademia Ucraina di Milano. Ha vinto numerosi premi tra cui il III° premio al concorso “Danza del XXI secolo” a Kiev e il II° premio al concorso “Città di Como” (2007). Ha inoltre preso parte alla produzione di Lago dei Cigni della Compagnia di Bratislava come solista. Dal 2010 lavora con il Balletto di Milano dove è impegnato in ruoli di primo piano in tutte le produzioni. Artista versatile e caratterista, ricopre spesso ruoli di grande interpretazione creati per lui tra cui Don José in Carmen, La Matrigna in Cenerentola, Drosselmaier in Schiaccianoci, Karenin in Anna Karenina cui si aggiungono nel 2017 il Sultano in Shéhérazade e Rothbart e il Principe nel nuovo Lago dei Cigni. Ha inoltre interpretato il ruolo del Principe in Cenerentola di Giorgio Madia (Teatro Comunale di Bologna e Teatro Carlo Felice di Genova). Ѐ spesso invitato in qualità di guest e primo ballerino per importanti eventi e spettacoli collaborando con importanti strutture e manifestazioni nonché in qualità di giurato a concorsi di danza. Per la Compagnia svolge anche il ruolo di maître de ballet.

 

GIULIA CELLA La Sorella

Nata a Piacenza nel 1994 inizia a studiare danza classica presso la scuola Chòros della sua città. Nel 2010 vince una borsa di studio per la prestigiosa Scuola del Balletto di Toscana diretta da Cristina Bozzolini. Nel 2012 anno entra a far parte della Compagnia Junior Balletto di Toscana dove partecipa alla produzione Giselle del coreografo Eugenio Scigliano. Nel 2015 è stagista presso il Balletto di Milano per poi diventare parte dell’organico l’anno successivo e prendere parte a tutte le produzioni, ricoprendo numerosi ruoli solistici. Nel 2018 ha debutto il ruolo di Cenerentola nell’omonima produzione e quello della Sorella in Shéhérazade.

 

MARCO PESTA scenografo

Assistente di produzione del Balletto di Milano e direttore generale del Teatro di Milano, si è laureato nel 2016 alla prestigiosa Accademia di Architettura di Mendrisio (CH) con il celebre Arch. Mario Botta. Sempre per l’Accademia ha partecipato all’atelier dell’Arch. Riccardo Blumer per la realizzazione di un moderno progetto di luminarie in mostra permanente al’Ex Macello di Lugano (CH), ha redatto un importante elaborato sulla scenografia ed è stato tra i selezionati stagisti dallo tudio d’architettura Luca Gazzaniga di Lugano dove ha collaborato a stimolanti progetti urbanistici. Interessato da sempre alla scenografia e allo studio dell’architettura applicata in ambiti teatrali, ha approfondito lo studio del ruolo del teatro nel corso della storia con la tesi “Storia dell’architettura e del teatro occidentale”. Dopo aver collaborato alla creazione degli allestimenti scenici di importanti produzioni, ha disegnato le scene dei balletti Schiaccianoci (2013), Passione Mozart (2014), Carmen e Anna Karenina (2015) e Romeo e Giulietta (2016). Suo anche il progetto scenografico per il Teatro di Milano al Festival lirico di Saaremaa (Estonia, luglio 2015, Il Barbiere di Siviglia, Madama Butterfly e Rigoletto). Nel 2016 firma le scene di Romeo e Giulietta, nel 2017 l’opera Tosca per il Teatro di Milano e i balletti Shéhérazade e Il Lago dei Cigni e nel 2018 gli allestimenti del Festival “Opera & Ballet Swiss” di Locarno.

www.ballettodimilano.com

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi