Top
Red-Carpet-tyrol-hotel

TYROL HOTEL

IL LUSSO DELLA VALGARDENA

 

Un lusso familiare quello del Tyrol Hotel, perla delle Dolomiti rinomata per i suoi 12.000 m² di Area Benessere e per la cucina gourmet dello chef Alessandro Martellini.

di Stefania Buscaglia

Un paesaggio armoniosamente spigoloso e ricco di dislivelli che si rincorrono dalla provincia di Belluno sino a Pordenone, passando per i territori di Bolzano, Trento e Udine.
Uno scenario unico e dal fascino straordinario quello delle Dolomiti, gruppo montuoso che l’Unesco, il 26 giugno 2009, ha proclamato quale Patrimonio Mondiale meritevole di valorizzazione e tutela e che, estendendosi lungo quei meravigliosi Monti Pallidi, rappresenta una ricchezza unica al mondo.
Red-Carpet-hoteltyrol

In questo quadr0 splendidi e pittoreschi villaggi montani come Selva di Valgardena si distinguono in Italia e all’estero come esempi virtuosi di accoglienza e ospitalità in cui tutela ambientale e valorizzazione turistica coesistono in perfetta armonia. Semplice da raggiungere, la Val Gardena vanta infatti ben 175 km di piste e settantanove impianti di risalita, divenendo così uno dei comprensori più belli e all’avanguardia del mondo, pur preservando con cura splendidi habitat e Parchi naturali.
In tale contesto, l’ospitalità rappresenta un importante fiore all’occhiello di cui il Tyrol Hotel, paradisiaco albergo di Selva di Val Gardena, è esempio assoluto.
Nato nel 1966 dall’amore per l’accoglienza dei coniugi Malloyer, il Tyrol Hotel costituisce il modello perfetto di un’ospitalità familiare votata al lusso che, a distanza di oltre cinquant’anni, non smette si rinnovarsi, pur mantenendo fascino e antico splendore.
Oggi, sotto la guida della nipote Bibiana Dirler e di suo marito Maurizio Micheli, il Tyrol Hotel continua ad accogliere i propri ospiti attraverso un’offerta completa in cui le classiche atmosfere tirolesi e gli elementi tipici della cultura ladina si arricchiscono di dettagli moderni capaci di non alterarne la profonda suggestione.
Red-Carpet-piatto-tyrol

Protagonista indiscusso è il legno che, dalla hall alle cinquanta camere e suites, arreda con pregio e calore gli ambienti interni. Le stanze sono spaziose e luminose e accolgono l’ospite in un’atmosfera di pura eleganza e relax in cui elementi tradizionali e moderni si intrecciano in totale armonia, spingendosi sino alle ampie vetrate o alle terrazze private che, affacciandosi sui panorami naturali della Val Gardena, permettono di scorgere con meraviglia il Gruppo del Saslong, della Sella e del Puez-Odle.
La posizione privilegiata del Tyrol Hotel ne fa una meta perfetta per gli appassionati della natura e delle attività sportive. Sono infatti necessari appena 20 secondi per uscire dallo sky-room dell’albergo e ritrovarsi nel celebre circuito sciistico della Sellaronda, così come per intraprendere piacevoli passeggiate ed escursioni lungo i suggestivi sentieri limitrofi.
Red-Carpet-tyrol

Per gli amanti del piacere e del relax sono a disposizione oltre 12.000 mq di area Beauty, Wellness & Spa che, attraverso un circuito di piscine, saune, zone umide e trattamenti, elevano il Tyrol Hotel come massima esperienza per la Val Gardena e, probabilmente, tra le migliori in Italia.
E se di benessere vogliamo parlare, vale la pena menzionare la proposta ristorativa che, al Tyrol Hotel, acquisisce altissimo valore grazie alla cucina dello Chef Alessandro Martellini, maremmano purosangue e grande interprete del gusto e della filosofia tosco-altoatesina tanto cara al Tyrol. Martellini, a seguito di importanti esperienze ristorative (tra cui spicca senza dubbio quella a fianco dello chef bistellato Antonio Guida ai tempi del Pellicano), dirige le cucine dell’albergo, definendo e delineandone la proposta. Magica l’esperienza al Suinsom, il ristorante gourmet situato in una caratteristica stube in cui lo Chef propone piatti fine-dining votati a ricerca e innovazione. Qualche esempio? La Cipolla cotta sotto sale e servita con fonduta di pecorino toscano e maggiorana: massima esaltazione di un elemento povero, elevato a regale magnificenza; o lo Gnocco ripieno di Graukäse – inno al territorio e piatto grintoso, capace di rievocare quell’armonia spigolosa, tipica delle splendide Dolomiti.

Photo credits © Lucio Elio

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi