Top

VALENTINO

GLI ABITI COME ESPRESSIONE DI LIBERTÀ

È la libertà del vestire la cifra stilistica di Pierpaolo Piccioli da Valentino. La collezione che arriva in passerella riprende pezzi, spunti, colori e fantasie dei paradisi d’artista e li stempera in un guardaroba fatto di pezzi realmente nuovi, abiti che vanno oltre le linee e gli usi comuni e tradizionali per descrivere nuove traiettorie dell’abbigliamento.

Umberto Garibaldi

 

Un elogio all’eccentricità come dichiarazione di sé, della propria differenza, della propria unicità. Per la nuova collezione “Primavera Estate 2019 di Valentino”, Pierpaolo Piccioli entra in un ambito del dibattito contemporaneo, non solo estetico ma anche politico, che mette di nuovo in discussione la differenza e quindi la possibilità d’espressione delle persone. “Un tempo, grandi artisti e altri personaggi formidabili dovettero andare lontano per crearsi mondi alternativi dove esprimersi”, racconta. “Mi sono ispirato a questi mondi, come per esempio i paradisi esotici del pittore Paul Gaugin, con una differenza: penso che gli abiti oggi debbano fornire alle persone, non solo alle donne, la possibilità di essere diversi e quindi unici anche in luoghi dove è difficile esserlo. Mi sta a cuore fornire la possibilità di raggiungere la propria bellezza, contro tutto e ad ogni costo”.

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi