Top

VENEZIA 75: I FILM CHE VEDREMO

Il cartellone della “75° Mostra d’Arte Cinematografica” in programma dal 29 agosto all’8 settembre, si preannuncia ricco e punta sulla diversità di generi e autori. Apre “Il primo uomo” di Damien Chapelle, in concorso “L’Italia spera” con Guadagnino, Minervini e Martone.

Elisabetta Bartucca

Ph  Asac – La Biennale di Venezia

 

Un’edizione brillante, ricchissima, aperta ad un variegato melting pot di generi e autori, che consolida il lavoro degli ultimi anni e segna, almeno sulla carta, il primato di Venezia sugli altri festival internazionali. Il programma della 75esima edizione della “Mostra d’Arte Cinematografica d Venezia” è un autentico colpo da maestro: «Sarà un’edizione ricca, curiosa, con molti film di genere che però sono film d’autore, i registi hanno capito che è necessario passare attraverso codici condivisi con il pubblico, come il musical, il poliziesco, il western. Ce ne saranno tantissimi e tante saranno anche le scoperte, opere prime di giovani talenti». Così Alberto Barbera, direttore del festival, l’aveva presentata nella conferenza romana di fine luglio. A fare da “padrino” per il secondo anno consecutivo dopo Alessandro Borghi, Michele Riondino che condurrà le serate di apertura e chiusura; mentre l’arduo compito di presiedere la giuria e decretare i vincitori spetta quest’anno a Guglielmo Del Toro.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi