di Gaia Serena Simionati

Cosa sarà che tiene assieme due che da estranei iniziano ad appartenersi? Qual’è il collante di una coppia o i punti di tangenza? Su questo ed altro si riflette ridendo in Tutti tranne te.

Diretto da Will Gluck con Sydney Sweeney e Glen Powell il film dal 25 gennaio esce solo al cinema nelle sale italiane.

Il film è prodotto da Sony Pictures e distribuito da Eagle Pictures 

‘Tutti tranne te’, al cinema dal 25 gennaio, l’amore non voluto, è una leggera spassosa commediola sulle improvvisazioni di Cupido. Il film fa capire come coincidenze, malintesi, preoccupazioni e insicurezze a volte mandino in rovina la poesia di un rapporto e, di conseguenza, la sua intimità.

Niente di cosmico, il film aiuta il rilassamento postprandiale.

La locandina

la locandina

La sinossi

Nella commedia Tutti tranne te Bea (Sydney Sweeney) e Ben (Glen Powell) sembrano la coppia perfetta. Dopo un primo appuntamento fantastico, succede però qualcosa che spegne la loro infuocata attrazione. Quando si ritrovano inaspettatamente allo stesso matrimonio in Australia, decidono di fingere di essere una coppia, ognuno con uno scopo diverso.

Mentre cerca di procurarsi la chiave del bagno in un bar, Bea, studentessa di giurisprudenza dell’Università di Boston, incontra Ben, dipendente della Goldman Sachs. I due hanno una connessione immediata e trascorrono la giornata insieme, finendo per addormentarsi sul divano di Ben. Bea se ne va senza svegliarlo la mattina, ma ci ripensa e torna all’appartamento, solo per sentirlo insultarla mentre parla con il suo amico Pete.

Bea e Ben non si vedono più per sei mesi, e si incrociano quando la sorella di Bea, Halle, inizia a uscire con la sorella di Pete, Claudia. I due sono gelidi l’uno verso l’altro, ciascuno incolpando l’altro per il loro appuntamento finito male. Halle e Claudia in seguito si fidanzano e organizzano un matrimonio a Sydney.

To read more on Music, Cinema, Art from Gaia Serena Simionati